header Prima pagina

SEDI OPERATIVE


Pensieri di don Piero
Mi sento "STRUMENTO"

L’Amore ha sempre un sentiero in più da suggerire ai suoi cercatori. Leggi »»

Streaming
 

La spiritualità di Mamré
l'icona della tenda e i suoi quattro tiranti
Valori di riferimento
La Comunità Mamrè prende il nome dalla località biblica in cui Abramo accolse tre misteriosi viandanti. Mamrè significa "accoglienza per la fecondità" e attinge dall’immagine della tenda abramica gli ideali ispiratori di tutte le sue attività.


mamré



“Poi il Signore apparve ad Abramo alle querce di Mamrè, mentre egli sedeva all’ingresso della tenda […] vide che tre uomini stavano in piedi presso di lui […] corse loro incontro […] dicendo […] permettete che vada a prendere un boccone di pane e rinfrancatevi il cuore[…]” (Gn. Cap 18, 1-5).
La struttura della tenda fa riferimento ad un organismo snello e dinamico, reso stabile da quattro tiranti assunti a valore di ideali che sostanziano la struttura organizzativa e l’operatività:
1. valorizzare l’originalità e la dignità di ogni persona, considerata come essere unico e irrepetibile;
2. coltivare l’amicizia;
3. attendere dalla Divina Provvidenza i segni che orientano il cammino e le scelte personali e comunitarie;
4. prestare attenzione ai bisogni emergenti.
Gli ideali si esplicano nei servizi, caratterizzandosi nel:
- riconoscere la dignità e la unicità di ogni persona;
- valorizzare la corresponsabilità, la partecipazione e l’umanizzazione degli interventi nell’organizzazione dei servizi
- insediarsi all’interno di centri di vita attivi per facilitare il rapporto, l’integrazione e la collaborazione con la comunità locale e con i servizi territoriali;
- avvalorare la quotidianità in cui la cura dei dettagli diventa centrale e costituisce il valore aggiunto;
- condividere con le persone di cui ci si prende cura, anche nelle situazioni più compromesse, il loro specifico percorso progettuale, orientato al benessere, all’autonomia e alla partecipazione alla vita sociale;
- promuovere il volontariato riconoscendo la complementarietà del suo apporto nel funzionamento dei servizi.

20 febbraio 2012   




Home § Torna su §